Ascoltare il proprio corpo

Come la maggior parte di noi probabilmente sa, al giorno d’oggi esistono tonnellate di regole e consigli dietetici. E questo è fondamentalmente un bene. Dopotutto, non per niente abbiamo nutrizionisti e simili, le cui ricerche danno un contributo importante al nostro benessere generale. Non sapremmo, ad esempio, che certe diete possono essere dannose per la salute o addirittura contribuire ad alcune malattie.

Tuttavia, con tutte le regole e i consigli sull’alimentazione, non bisogna dimenticare l’immagine del proprio corpo. Perché il nostro corpo sa benissimo di cosa o quanto ha bisogno in ogni momento. Per questo motivo siamo tutti incoraggiati a fidarci del corpo e a sviluppare un senso sempre migliore per capire se abbiamo fame, appetito o semplicemente sete, ad esempio. Chiediamoci quindi: Cosa mi piace, cosa mi fa bene? Cosa potrebbe non andare bene per me? Ascoltare il proprio corpo

Esempi di quando il corpo sa esattamente di cosa ha bisogno e le regole nutrizionali passano in secondo piano sono i seguenti: Una calda giornata estiva in cui la voglia di liquidi è particolarmente forte. Qualcosa di succoso e leggermente dolce è giusto. Anche i giorni e le settimane successive al Natale, quando si ha più voglia di mangiare di nuovo frutta e verdura e meno di dolci o cibi grassi.

Ma ci dice non solo cosa vuole il nostro corpo, ma anche quanto. Sebbene le nostre porzioni siano fortemente influenzate da fattori esterni, solo noi stessi sappiamo quando siamo veramente sazi. Il senso di sazietà si manifesta solo dopo circa 15-20 minuti. Quindi, se si mangia troppo velocemente e si eccede, si può finire per mangiare troppo. Si può evitare con una buona masticazione e un’alimentazione lenta. Dovremmo quindi smettere di mangiare quando siamo sazi e non forzarci a ingurgitare l’ultimo boccone. Gli avanzi possono essere conservati semplicemente in scatole e/o in frigorifero.

Ascoltate il vostro corpo! Fidiamoci delle sensazioni del nostro corpo e impariamo a distinguere l’appetito dalla fame e dalla sete, oltre a prestare attenzione alle quantità sufficienti. Naturalmente, non dobbiamo tralasciare completamente i consigli nutrizionali che sono stati studiati per molti anni e con frequenza. Per questo abbiamo 10 regole della Società tedesca di nutrizione QUI link.

E anche sul
Blog dei Mulini a Grano di Salisburgo
troverete sempre contributi sul tema della nutrizione.

Ovvero: ascoltare il proprio corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su