Berti nella febbre del forno – Occhi di lino integrali

Come avrete capito, io – il vostro Berti – sono impegnato a preparare i biscotti di Natale. Poiché il Natale si avvicina sempre di più e poiché sono già in vena di Natale e non riesco a fare a meno dei biscotti integrali, in questo periodo mi trovo spesso nella cucina del mio mouse. Di solito metto su un po’ di musica natalizia per accompagnarla.

E questa volta ho una ricetta per gli occhi di Linzer per voi. E poiché la mia grotta dei topi si trova presso i mulini di Salisburgo, preferisco utilizzare farina integrale appena macinata.

Ingredienti:

  • 350 g di farina integrale (io ho usato la farina di farro, ma va bene anche la farina di grano integrale)
  • 230 g di burro
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 120 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • Marmellata (io avevo un barattolo di marmellata di fragole, ma potete usarne una a vostra scelta: Albicocca, ribes, prugna, …)

Preparazione

Per la preparazione, mescolare tutti gli ingredienti (tranne la marmellata) e impastare fino a formare un panetto, che va poi messo in frigo per due ore.

Trascorso il tempo di attesa, cospargere il piano di lavoro di farina e preriscaldare il forno a 180°. Preparare una teglia e foderarla con carta da forno.

Ora stendete la pasta (non troppo sottile, in modo che i biscotti non si rompano in seguito) e ritagliate gli occhi di Linzer. Una metà con un tagliabiscotti rotondo e l’altra metà anch’essa con una forma rotonda, ma con un altro piccolo foro al centro. Per il foro potete utilizzare non solo una forma rotonda, ma anche cuoricini o stelle, come ho fatto io.

Disporre i biscotti sulla teglia e cuocere per circa 12 minuti.

Quando i biscotti si sono un po’ raffreddati, spalmare il lato non forato con la marmellata e premere con attenzione l’altra metà (con il buco). Cospargere i Linzeraugen finiti con zucchero a velo. Pronti!

Ora tocca a voi! Spero che la cottura sia piacevole e che vada bene! E siete invitati a farmi sapere com’è andata.

Cordiali saluti, Berti

P.S. Conoscete già il Salzburger Flockenmeister? I fiocchi freschi sono qualcosa di sano e dal sapore gradevole (: Date un’occhiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su