Come risparmiare tempo in cucina (parte 2)

A
Contributo dell’ultima settimana
abbiamo già condiviso con voi i consigli che aiutano a risparmiare tempo grazie a una buona preparazione in cucina. Perché essere ben preparati è spesso metà della battaglia. I suggerimenti in breve: Fate scorta di alimenti che si conservano a lungo e vi risparmiano un altro viaggio al supermercato. Raccogliere le ricette per non doverle cercare prima di cucinare. E mantenete i piatti semplici: non deve essere sempre un pasto elaborato di tre portate.

Oggi ci concentriamo sul risparmio di tempo in cucina e abbiamo tre ottimi consigli per voi:Come risparmiare tempo in cucina (parte 2)

  • Mantenere l’ordine: Tenendo in ordine la cucina, si può risparmiare molto tempo anche mentre si cucina. Lasciare sulla superficie della cucina solo gli elettrodomestici che si utilizzano effettivamente. In questo caso ci si potrebbe anche chiedere se il possesso di uno o dell’altro dispositivo sia davvero necessario.
    Tenete insieme alimenti simili in modo da sapere esattamente dove trovare cosa. Forse vi aiuterà anche, ad esempio con le spezie, etichettare determinati alimenti.
    Lavare gli utensili usati o altri utensili da cucina mentre sono ancora in cottura, ad esempio quando la pasta bolle, le verdure cuociono o la pastella lievita.
  • Rendete le cose facili a voi stessi: Rendetevi più agevoli anche durante il processo di cottura, ad esempio evitando di sbucciare alcune verdure la cui buccia è commestibile. Si può sempre tornare alle lattine. I pomodori in scatola e i ceci in salamoia possono essere aperti rapidamente e utilizzati immediatamente. Si può risparmiare molto tempo non cucinando in anticipo.
  • Cuocere per 2 volte: Preparate subito una doppia porzione Non è un lavoro extra durante la cottura, ma vi fa risparmiare una quantità incredibile di tempo il giorno dopo. Perché invece di rimettersi ai fornelli e cucinare, si può riscaldare il piatto a casa o portarlo al lavoro, all’università o in qualsiasi altro luogo. Anche il congelamento potrebbe essere una possibilità. E se non c’è assolutamente tempo per cucinare, si può risparmiare lasciando semplicemente scongelare il piatto o riscaldandolo.

Forse uno o due consigli vi saranno utili e potrete portarli con voi e metterli in pratica.

QUI potete ancora vedere l’articolo della settimana scorsa >>

Fonti:

https://getreidemuehle.com/de/getreidemuehlen-blog/

https://www.dge.de/

https://www.bevegt.de/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su