Conservare correttamente il pane

Probabilmente tutti noi conosciamo il problema del pane che, se non viene consumato in tempo, diventa duro o inizia ad ammuffire. Cosa si può fare per evitare che ciò accada e per conservare il pane in modo corretto?Conservare correttamente il pane

È meglio conservare il pane in un contenitore non troppo chiuso. Sono quindi adatti i contenitori per il pane, le lattine, le pentole o i vassoi per il pane in legno con fessure di ventilazione. È ottimale per il pane se l’ambiente è costantemente caldo e asciutto. Pertanto, le cassette del pane o simili non dovrebbero essere collocate vicino ai davanzali. Si raccomanda inoltre di mettere nella cassetta del pane solo il pane. Altre paste cosparse di sale fanno sì che l’acqua venga eliminata dal pane. Per evitare la formazione di muffa nei contenitori del pane, è necessario pulirli regolarmente e rimuovere le briciole rimaste.

Se non si dispone di un portapane o di una scatola per il pranzo, si può utilizzare anche un sacchetto di stoffa. Questo deve essere sempre pulito e anche asciutto e permeabile all’aria. Non conservate in nessun caso il pane in sacchetti di plastica o in altri sacchetti ermetici.

È bene sapere che il pane non deve essere conservato in frigorifero, poiché la conservazione a 0 gradi lo fa invecchiare più velocemente. Il pane si conserva meglio a temperatura ambiente.

Se congelate il pane, lasciatelo scongelare lentamente durante la notte in cucina. Tuttavia, se il pane vi serve molto velocemente, avvolgetelo in un foglio di alluminio. Mettetelo nel forno preriscaldato. Il pane deve cuocere a 200 gradi Celsius per circa 35 minuti. È meglio tirare fuori dal freezer i piccoli panetti solo un’ora prima dell’uso e metterli rapidamente nel forno preriscaldato.

Se il pane diventa duro, non significa che bisogna buttarlo via. Ad esempio, si può facilmente ricavare del pangrattato. Un’altra opzione potrebbe essere quella di tagliare il pane a cubetti. Friggere in olio. Poi si possono gustare come crostini nelle insalate o nelle zuppe.

Se siete riusciti a raccogliere nuove idee o se conservate il vostro pane “con successo” in un altro modo, allora siete invitati a farcelo sapere e a scrivere un commento.

Buona giornata!

P.S. Se volete ancora imparare a condire bene e in modo corretto il vostro pane, date un’occhiata a questo link: https://www.getreidemuehle.com/de/der-duft-von-brot-ist-wie-duft-der-heimat/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su