del grano saraceno

Il grano saraceno prende il nome dalla sua forma triangolare e dal colore marrone, che ricorda quello delle faggiole. Il grano saraceno è una pianta molto resistente alle malattie. Le proteine del grano saraceno sono molto ricche di alcuni elementi costitutivi delle proteine (lisina, arginina, triptofano), essenziali per la vita, e il grano saraceno fornisce anche una grande quantità di lecitina. La lisina e la lecitina sono utili per il cervello e i nervi, mentre il triptofano permette di dormire serenamente. Il grano saraceno, sotto forma di tè, può anche avere un effetto rinforzante sulle vene e aiutare ad esempio contro le vene varicose.

Poiché il grano saraceno non è un cereale “convenzionale”, ma un’alga, è anche privo di glutine e quindi senza glutine. Questo è il motivo per cui il grano saraceno non è molto adatto alla panificazione. Si può cucinare per questo e la piantina di grano saraceno può anche essere utilizzata in molti modi. La piantina di grano saraceno può essere consumata non solo in piatti cotti, ma anche cruda e si sposa bene con insalate o mueslis.

Se volete saperne di più sulla quantità di cereali che ricevete, questo articolo fa al caso vostro: Chi guadagna dalla coltivazione dei cereali?

Fonte:

Münzing-Ruef, I. (1999): Kursbuch gesunde Ernährung. La cucina come farmacia della natura. Monaco di Baviera: Zabert Sandmann GmbH, pag. 222

https://www.zentrum-der-gesundheit.de/buchweizen.html (18.07.17)

Carrello
Torna su