Farina bianca – farina integrale

Qual è la differenza?

  • Farina bianca:
    Quando la crusca, cioè gli strati esterni, e il prezioso germe vengono rimossi dal chicco, si ottiene la farina bianca. Bello da vedere, ma quasi inutile. Si perdono vitamine e minerali importanti.
    Il processo è il seguente: Il grano viene schiacciato e sbiancato e quindi sottoposto a un lungo processo chimico. Il prodotto finale è una farina bianca e fine che non contiene quasi nessuna vitamina, minerale o fibra. Un alimento completamente denaturato.
  • Farina integrale
    Contiene la crusca (strato esterno) e il germe.
    È ricco di sostanze vitali e di fibre alimentari. Il germe del cereale contiene tutte le vitamine e gli oli preziosi.

I cereali sono una delle fonti più preziose di vitamina B1. I cereali contengono quasi tutti i nutrienti e i materiali da costruzione importanti per la nostra alimentazione.

  • Carboidrati,
  • Grasso
  • e proteine

forniscono all’organismo energia e sostanze nutritive.

  • Vitamine
  • e minerali

regolare le funzioni dell’organismo.

Mettere in ammollo i cereali:

Utilizzate acqua tiepida o fredda e lasciate in ammollo da 3 a 10 minuti. Assumere il doppio dell’acqua rispetto ai cereali.

Non gettare l’acqua arricchita, ma utilizzarla per cucinare o innaffiare i fiori.

Essiccazione dei cereali in forno:

Arrostire i cereali in forno a 60-70 gradi. Questo lo rende più digeribile e aromatico.
L’essiccazione è particolarmente consigliata per il grano saraceno, l’orzo e l’avena, perché impedisce la formazione di muco.

Sobbollire e gonfiarsi:

Lasciare il grano a basse temperature – 30-60 gradi.

Fonti:

Lasciare il grano coperto.

Se volete ancora sapere cosa sono i carboidrati nel pane, questo articolo fa al caso vostro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su