Struttura di un grano

Struttura di un grano

Struttura di un grano

Il cereale è ricco di ingredienti, la maggior parte dei quali sono essenziali per il nostro organismo. Comprende carboidrati, proteine e grassi – i tre macronutrienti. Inoltre, i cereali contengono micronutrienti (vitamine e minerali) e composti vegetali secondari. Nell’articolo di oggi scoprirete quali nutrienti si trovano in quale parte del chicco.

In generale, un grano è composto daStruttura del grano

  • un germe (5 %)
  • un corpo di farina (circa 80 %) e
  • gli strati marginali, che comprendono il rivestimento del frutto e del seme e lo strato di aleurone (15%). [1]

L’endosperma [2]

L’endosperma, che viene anche chiamato “buccia”, costituisce la parte più grande del chicco in termini di quantità e peso. È costituito da corpi di amido con proteine adesive tra loro, separati da partizioni cellulari ricche di fibre[3]. L’intero endosperma è circondato dal cosiddetto strato di aleuroni. È composta da proteine e oli ed è ricca di vitamine del gruppo B e di vitamina E. L’endosperma è una riserva di energia che nutre il germoglio, soprattutto quando germoglia.

Il germe del grano e gli strati marginali

“Il germe e gli strati marginali sono ricchi di vitamine e minerali, contengono acidi grassi, tra cui gli essenziali acido linoleico e alfa-linolenico, e proteine di alta qualità“. [4] Gli strati marginali proteggono il chicco, ma soprattutto il germe. Questo è anche il motivo per cui sono molto ricchi di fibre alimentari.

Abbiamo riassunto per voi le vitamine presenti nei cereali.
in un altro post del blog
riassunto per voi. E anche sul
sostanze vegetali secondarie
troverete informazioni interessanti sul nostro blog. Buona lettura!

Fonti

[1] Rittenau, N. (2019): Addio cliché vegano! Risposte scientifiche a domande critiche sulla nutrizione vegana. Mainz: Ventil Verlag UG & Co. KG, p. 238

[2] Rittenau, N. (2019): P. 238; Münzing-Ruef, I. (2000): Libro di testo mangiare sano. La cucina come farmacia della natura. Monaco di Baviera: Wilhelm Heyne Verlag, p. 301; Koerber, K., Männle, T., Leitzmann, C. (2004): Vollwert-Ernährung : Konzeption einer zeitgemäßen und nachhaltigen Ernährung. Stoccarda: Haug, p. 244

[3] Per sapere cosa sono le fibre alimentari e come funzionano nell’organismo, consultare il sito
Per saperne di più, consultate questo articolo >>

[4] Koerber, K., Männle, T., Leitzmann, C. (2004): S. 244

Figura: https://www.ble-medienservice.de/frontend/esddownload/index/id/304/on/6207/act/dl (10.03.2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna su